RADIO LIBERTÀ #1: Come nasce Radio Libertà?


Era il 14 dicembre del 1944, alle porte d'un inverno che oscillava tra il dolore per una guerra che sembrava non poter finire e la speranza che le cose fossero ormai sul punto di cambiare.

Sulle montagne sopra Biella, un gruppo di persone comuni, alcuni partigiani altri semplici abitanti della zona, con l'aiuto forse d'un imprenditore, che le fonti chiamano Filippo Maria Trossi, già da qualche tempo provava a far funzionare un trasmettitore radio preso all'aeroporto di Cameri, vicino a Novara. Quella sera, da quell'antenna uscì per la prima volta la voce di Radio Libertà.


Nei prossimi mesi vi racconteremo le storie che partivano da quei ripetitori, rievocheremo l'atmosfera con le musiche e gli aneddoti, coi suoni e i colori.


Questa sera, però, cominceremo parlando di noi: Radio Libertà, infatti, settantadue anni dopo quel 14 dicembre 1944, diventa la nostra seconda esperienza discografica, con la produzione artistica di Silvano Borgatta, la collaborazione di Beppe "Bip" Gismondi e il contributo di ANPI sez. Condove-Caprie e SPI CGIL provinciale di Torino e regionale Piemonte.


Ma come nasce il progetto di Radio Libertà? Lo raccontiamo nel video, proponendo anche un paio di estratti dal disco, ovvero Dalle belle città (I ribelli della montagna) e Maramao perché sei morto?

POST IN EVIDENZA
POST RECENTI
ARCHIVIO
CERCA PER TAG